Monte Soratte (Sant’Oreste)

Torna all'itinerario Monte Soratte. Eremi con vista
Precedenti Successivi
Foto itinerario
Area di Servizio Flaminia Ovest - Prenestina Est
DURATA Mezza giornata
USCITA AUTOSTRADALE Ponzano-Soratte
In collaborazione con touring
Monte Soratte (Sant’Oreste)
PRO LOCO SANT'ORESTE
Tel. 3335873067
info@prolocosantoreste.com
www.facebook.com/proloco.santoreste

Il Monte Soratte, nel territorio comunale di Sant’Oreste, è protetto da una Riserva Naturale, e per raggiungere gli Eremi panoramici e la vetta è necessario lasciare l’auto e salire a piedi dal borgo montano di Sant’Oreste lungo un’antica strada selciata, scoprendo poco alla volta, passo dopo passo, una vista eccezionale che lascia ancora oggi senza fiato. A poca distanza dalla Flaminia, una salita conduce fino alle case del borgo di Sant’Oreste, all’inizio della cresta rocciosa del Monte Soratte. La zona fu abitata fin dalla Preistoria, ma il borgo come lo conosciamo oggi ha origini medievali. Modificato durante i secoli, il paese conserva un grazioso impianto di epoca prevalentemente rinascimentale. 

SALITA AL MONTE SORATTE
Avventura Soratte
Tel. 3398800286
avventurasoratte@hotmail.com
www.facebook.com/avventura.soratte

Dalle case di Sant’Oreste vale certamente la pena di affrontare una passeggiata che sale verso la vetta del Monte Soratte, citato anche dai poeti latini Orazio e Virgilio, vero e proprio balcone affacciato sull’area settentrionale della provincia di Roma. Il Percorso degli Eremi conduce, partendo dal confine del parco a poca distanza dalle ultime case di Sant’Oreste (dove si trovano un’edicola votiva e una sbarra che chiude la strada al traffico), ad alcune antiche cappelle e Chiesette, che testimoniano la presenza degli eremiti sul monte, e infine alla panoramica Chiesa di San Silvestro, sulla vetta principale, a 691 m di quota. Verso occidente, tra le colline appare lo specchio del Lago di Bracciano, mentre il giro dell’orizzonte abbraccia tutta la Valle del Tevere e la Sabina, fino ai piedi dei Monti Lucretili. La passeggiata, su una stradina comoda anche se a tratti leggermente ripida, si svolge quasi tutta sul versante nordoccidentale del monte, all’interno di un bel bosco. Nella Riserva Naturale del Monte Soratte, che copre circa 410 ettari della parte più alta della montagna, si trovano anche alcuni imponenti pozzi verticali di origine carsica. Tra questi i principali sono le tre Voragini dei Meri e il grandioso Abisso di Santa Lucia, profondo più di 110 m, riservati agli speleologi esperti. Per i meno coraggiosi, il grande imbocco semicircolare dell’Abisso di Santa Lucia si può osservare dall’esterno, sulla destra, percorrendo il primo tratto della stradina sterrata che da Sant’Oreste sale verso la vetta del Soratte.
Condividi su Facebook

SCOPRI I LUOGHI DOVE POTER MANGIARE O SOGGIORNARE PER QUESTO ITINERARIO

SANT’ORESTE

ALESSANDRO AL CAMPANILE

Via Porta S.Silvestro
Tel. 0761579950 - 3388428685
alexxxnori@gmail.com
Chiusura: da lunedì a giovedì e venerdì a pranzo
Prezzo: 25 euro (menù fisso)
Ambiente familiare e rustico, in questo locale a pochi passi dal centro storico. Il tovagliato e le stoviglie sono volutamente differenti da tavolo a tavolo per creare un curioso e divertente gioco di colori. Accoglienza degna di nota e servizio impeccabile come la cucina attenta alle esigenze della clientela. Da provare gli antipasti della casa e le grigliate di carne accompagnate da verdure di stagione. I dessert sono serviti all'interno di barattoli di marmellata. Consigliata la terrazza con una vista mozzafiato sulla campagna romana durante la bella stagione.