Asolo

Torna all'itinerario Asolo. Atmosfere palladiane
Precedenti Successivi
Foto itinerario
Area di Servizio Piave Est
DURATA 1 giorno
USCITA AUTOSTRADALE Conegliano
In collaborazione con touring
Asolo
UFFICIO IAT (INFORMAZIONE E ASSISTENZA TURISTICA)
Piazza Garibaldi 73
Tel. 0423529046
iat@comune.asolo.tv.it
www.asolo.it
Rocca: temporaneamente chiusa per restauro fino a data da destinarsi (aggiornamento agosto 2019) 
Torre Civica: sabato e domenica 10-19; ingresso a pagamento
Parco archeologico e giardino di Villa Freya: visitabile con guida su prenotazione i primi 3 sabati del mese ore 10 e 11; chiuso agosto e dicembre (tel. 0423565478 - info@bellasolo.it - www.bellasolo.it).

Ci si arriva dal basso, salendo, perché è qui che cominciano le Prealpi, lungo la sinuosa Via Browning, intitolata al poeta e drammaturgo inglese che tanto ha amato questa cittadina. Si sale fino a guadagnare la cima del colle all’altezza di Piazza Garibaldi, vero cuore storico della località. Qui si trova il Museo Civico, con sale dedicate alle donne illustri di Asolo, una pinacoteca con un San Girolamo dipinto da Luca Giordano e una sezione archeologica con reperti dalla Preistoria fino al Medioevo. Sulla stessa piazza si affacciano le case nobili e i palazzi, la loggia affrescata – sede del Museo Civico – e il castello medievale che, sotto il dominio della Serenissima, fu residenza di Caterina Cornaro Regina di Cipro a partire dal 1489 (se ne visita la Torre Civica, da cui si gode di un panorama eccezionale). Questa sovrana, molto amata dagli Asolani, divenne celebre per aver richiamato alla sua corte letterati e artisti tra cui il Giorgione, Lorenzo Lotto e Pietro Bembo, che qui ha ambientato i dialoghi della sua opera Gli Asolani. Una tradizione proseguita anche nei secoli successivi, tanto che numerose personalità intellettuali scelsero Asolo come luogo di elezione. Tra queste, Eleonora Duse e la viaggiatrice e scrittrice inglese Freya Stark, la cui casa è circondata da un giardino – dove, all’ombra dei grandi alberi, sorseggiava il tè con i suoi illustri ospiti – e dai resti di un teatro romano. Dopo una visita alla vicina Cattedrale (famosa l’Assunzione dipinta da Lorenzo Lotto), meritano una passeggiata Via Dante e Via Canova, che poi diventa Via Santa Caterina. Si passa davanti alla casa di Eleonora Duse e a Villa De Mattia, che la strada separa dal suo splendido giardino all’italiana; poco oltre si riconosce la divertente Casa Longobarda, con la facciata scolpita in pietra arenaria, proprio al bivio dove incomincia la Passeggiata di Sant’Anna, che offre una suggestiva veduta di Asolo e delle ville circostanti, con le montagne sullo sfondo. Da non perdere il panorama offerto dalla Rocca, raggiungibile percorrendo la strada gradinata in salita che fiancheggia il Convento dei Santi Pietro e Paolo, dalla quale nelle giornate limpide la vista spazia fino alla laguna di Venezia. Aveva ragione il Carducci a definirla «la città dai mille orizzonti».
Condividi su Facebook

SCOPRI I LUOGHI DOVE POTER MANGIARE O SOGGIORNARE PER QUESTO ITINERARIO

MASER

DUE MORI TRATTORIA MODERNA

Piazza G. D’Annunzio 5
Tel. 0423950953
info@2mori.it
www.2mori.it
Chiusura: lunedì, ferie variabili
Prezzi: 13-35 euro, bevande escluse
In una cornice suggestiva e verdissima come quella delle colline di Asolo, uno chef giovane ed esperto si cimenta nel recupero della tradizione più genuina e autentica, puntando tutto sulla qualità dei prodotti e sul metodo di cottura. Né gas, né elettricità, solo l’ancestrale calore del forno a legna. Una scelta intelligente e coraggiosa, che richiede cotture lunghe e massima attenzione. Le materie prime di qualità provenienti dal territorio aiutano e valorizzano ulteriormente l’impresa. Oltre al pane a lievitazione naturale, cotto ovviamente a legna, i tagliolini all’uovo con fegatini di faraona e il classico baccalà mantecato sono solo alcune delle proposte eseguite alla perfezione. Bella la zona esterna, con vista incantevole sul paesaggio asolano.

ASOLO

LA TERRAZZA

Via Collegio 33
Tel. 0423951332
info@albergoalsole.com
www.albergoalsoleasolo.com
Chiusura: giovedì, periodo in gennaio
Prezzi: 20-50 euro
Più che una terrazza, un elegante salotto all'aperto nel cuore di Asolo, offre una magnifica veduta sul palazzo della Regina Cornaro e sulla settecentesca Villa Scotti Pasini. Cucina innovativa e raffinata con prodotti della tradizione e una particolare attenzione ai vegetariani. Dal menu: risotto al radicchio rosso di Treviso con carpaccio di gamberi rossi, scottata di cervo in sottobosco.