Zoagli. La perla di velluto

Tappe precedenti Prossime tappe
Zoagli. La perla di velluto
Area di Servizio Riviera Nord - S. Ilario Sud
DURATA mezza giornata
USCITA AUTOSTRADALE Da RIviera Nord uscita Chiavari - Da S. Ilario Sud uscita Rapallo
In collaborazione con touring
Zoagli. La perla di velluto
In una delle perle della Riviera di Levante, che racchiude paesaggi mozzafiato, si va alla riscoperta di una grande tradizione artigianale: le antiche seterie di Zoagli, che hanno reso questa città un polo di eccellenza europeo nella lavorazione tessile.
Qui si può toccare con mano la creatività e la bellezza dei damaschi e dei velluti in seta creati nei laboratori artigiani del paese: velluti lisci, carré o cesellati tessuti a mano con maestria, da oltre cinque secoli. Le stoffe di altissima qualità possono essere ammirate negli showroom degli storici opifici che tengono viva questa prestigiosa tradizione e sono allestiti in splendide ville affacciate sul golfo ligure, con giardini a strapiombo sul mare e intensi profumi di fiori.
Nel piccolo borgo di Zoagli, affacciato sul mare del Tigullio e caratterizzato da una bella passeggiata panoramica lungo la scogliera, è possibile visitare i laboratori di alcune aziende tessili e vedere all’opera i maestri tessitori.
Utilizzando antichi telai in legno e raccogliendo l’eredità e i segreti di diverse generazioni di artigiani, questi laboratori producono velluti e damaschi identici a quelli del passato. Le preziose stoffe prendono forma partendo dal singolo filo di seta e vengono talvolta arricchite con filati in oro e argento.

Anche i modelli, le finiture e i disegni sono gli stessi di un tempo: dai motivi floreali ottocenteschi fino a quelli geometrici di inizio Novecento. Il prodotto finito può essere ammirato in tutto il suo splendore all’interno di eleganti showroom.

Secondo la leggenda, la tessitura di Zoagli risalirebbe all’inizio del XII secolo, allorquando i reduci della Prima Crociata avrebbero portato fino alla costa ligure quest’antica arte orientale. Sta di fatto che già sotto il dominio della famiglia Fieschi il borgo di Zoagli si guadagnò una grande celebrità per la produzione di tessuti eleganti e raffinati. Ma fu dopo il passaggio sotto la Repubblica di Genova che le tecniche di questa lavorazione, e della sua commercializzazione, si perfezionarono. I velluti e i damaschi liguri furono così conosciuti in tutto il mondo.
Approfondisci
Condividi su Facebook
Le tappe

SCOPRI I LUOGHI DOVE POTER MANGIARE O SOGGIORNARE PER QUESTO ITINERARIO

Rapallo

Hostaria Vecchia Rapallo

Via Cairoli 20/24
Tel. 018550053
info@vecchiarapallo.com
www.vecchiarapallo.com
Chiusura: lunedì e periodo in gennaio
Prezzi: 20-45 euro

Locale con dehors estivo nel centro storico, con cucina assai varia, legata alle specialità della tradizione, con pane, paste e dolci fatti in casa. Dal menu: ravioli di pere alla crema di formaggi, risotto gamberi e carciofi, scampi in salsa agrodolce di pompelmo e vino bianco e, tra i dolci, torta al cioccolato fondente alle mandorle tostate con gelato alla crema e tiramisù. Il ristorante chiude di lunedì in inverno.

Rapallo

U Giancu

Località San Massimo 7
Tel. 0185260505, 0185261212
ugiancu@mac.com
www.ugiancu.it
Chiusura: mercoledì e a pranzo da lunedì a sabato
lunedì a pranzo, martedì a pranzo, mercoledì, giovedì a pranzo, venerdì a pranzo, sabato a pranzo
Prezzi: 15-38 euro
Un po' museo, un po' ristorante, con disegni originali eseguiti da cartoonist di tutto il mondo, dove il cibo (da non perdere la focaccetta col formaggio o le pigacce matte al pesto) si abbina splendidamente all'allegria generale. Curata selezione di salumi tipici tra cui il salame felino, e i formaggi locali; alcune verdure provengono dal proprio orto; pane, focacce, gelati, sorbetti e dolci sono fatti in casa. Annesso al locale il birrificio artigianale della stessa proprietà. Aperture straordinarie nei giorni festivi.