Osimo. La città segreta

Tappe precedenti Prossime tappe
Osimo. La città segreta
Area di Servizio Esino Ovest - Conero Est
DURATA mezza giornata
USCITA AUTOSTRADALE Ancona Sud-Osimo
In collaborazione con touring
Osimo. La città segreta
Una città sotterranea, da scoprire lentamente, è custodita nel cuore di Osimo. Un dedalo di cunicoli scavati a mano, che conduce alla scoperta di luoghi dall’atmosfera surreale dove per secoli hanno trovato ambientazione storie fantastiche, e dove gli abitanti si sono rifugiati nei momenti più bui della storia cittadina. Come durante le Guerre Gotiche, che videro lo scontro tra le armate bizantine e i soldati di Totila, che aveva fatto di Osimo una sua roccaforte. Una passeggiata nella penombra della labirintica Grotta del Cantinone tra celle, nicchie e antichi pozzi echeggianti, ornati da incisioni e bassorilievi di carattere religioso, conduce in cunicoli e gallerie pervasi da un alone di mistero che fa sembrare lontanissima la vita di oggi. 
Sotto alle vie e alle piazze di Osimo si estende una vera e propria città sotterranea, che si può in parte visitare. Il dedalo di gallerie e cunicoli nacque poco alla volta nel corso della storia della cittadina e comprende anche grandi ambienti echeggianti. In passato i sotterranei venivano usati dai cittadini come ripostigli e cantine ma, come durante le Guerre Gotiche, che opposero le armate bizantine a quelle del re ostrogoto Totila, si trasformarono poi in solidi rifugi per la popolazione civile. Delle decine di grotte grandi e piccole che si estendono nel sottosuolo di Osimo, la Grotta del Cantinone, dopo restauri e lavori per la sua messa in sicurezza, è stata aperta al pubblico e può essere visitata durante tutto l’anno. Situata al di sotto dell’antico Convento dei Francescani, vi si accede dai banchi dell’ufficio dello IAT: una scala scende di alcuni metri e introduce i visitatori nell’atmosfera silenziosa, umida e fresca che caratterizza questo luogo tutto l’anno. Durante la visita, ci si rende conto facilmente che gli ambienti sotterranei sono nati dalla fusione di grotte differenti e che gli accessi in passato dovevano essere più d’uno. Tra le curiosità di questi ipogei, alcuni simboli religiosi – croci e scritte – fanno pensare al loro utilizzo come luoghi di culto: sulle pareti fanno infatti la loro comparsa grandi bassorilievi che raffigurano dei frati o, forse, lo stesso San Francesco. Se i sotterranei furono un luogo di meditazione per i monaci, oppure oggetto delle attenzioni artistiche di un cantiniere o di un magazziniere, forse non lo sapremo mai. Di sicuro sappiamo – e ce lo dimostrano isolatori arrugginiti e murature di sostegno – che durante la Seconda Guerra Mondiale gli abitanti di Osimo vi trovarono rifugio nei giorni più duri.
Approfondisci
Condividi su Facebook
Le tappe

SCOPRI I LUOGHI DOVE POTER MANGIARE O SOGGIORNARE PER QUESTO ITINERARIO

Osimo

MEZZO BAIOCCO

Via G. Saragat, 3  
Tel. 0717230082 - 3496950590
info@mezzobaiocco.it
www.mezzobaiocco.it
Chiusura: martedì e a pranzo da lunedì a sabato
Prezzi: 15-40 euro
Tipica casa colonica calda e accogliente con veranda e gestione familiare attenta alla qualità e alla stagionalità dei prodotti che propone un'ampia scelta di piatti della tradizione marchigiana, con pasta tirata a mano, carni italiane ed estere dai tagli pregiati, numerose specialità di pesce preparate al momento e dolci della casa. In carta anche pizze preparate con prodotti locali e sempre freschi.

Osimo

OSTERIA MODERNA

Via dei Macelli 15/19
Tel. 071714566 - 3345287132
info@osteriamassimo.com
www.osteriamassimo.com
Chiusura: martedì e periodo variabile in gennaio
Prezzi: 15-30 euro
Ricavato nei locali dell'ex macello di Osimo, un locale dal tono rustico e informale in cui gustare una buona cucina marchigiana rivisitata. Pane, paste e dolci sono sempre fatti in casa e il servizio è attento e cortese. Da segnalare: carni alla griglia, alternative di pesce e, per dessert, tortino caldo al cioccolato fondente.