Majella orientale. Eremi rupestri

Tappe precedenti Prossime tappe
Majella orientale. Eremi rupestri
Area di Servizio Trigno Est - Alento Ovest
DURATA 2 giorni
USCITA AUTOSTRADALE Val di Sangro
In collaborazione con touring
Majella orientale. Eremi rupestri
La Majella nasconde molti antichi rifugi rupestri. I più suggestivi sono quelli che eremiti e monaci crearono sfruttando ripari e grotte naturali. Nel versante orientale, a Palombaro, l’alta volta di Grotta S. Angelo, prima luogo di culto pagano, contiene gli imprevedibili resti di un artistico abside. La chiesa fu possesso del vicino monastero di San Martino che appare a sorpresa nelle grandiose gole di Fara dopo uno stretto varco nella roccia. Pochi chilometri oltre, sopra Lama dei Peligni, i più avventurosi possono salire a un’altra Grotta S. Angelo che conserva le mura di un luogo di preghiera con panorama meraviglioso. Infine la Madonna dell’Altare di Palena, un eremo fortificato che ingloba le grotte che furono il primo rifugio sulla Majella di Pietro Angeleri, poi Papa Celestino V.
Gli eremi della Majella sono tutti in luoghi appartati e per raggiungerli bisogna avere un pizzico di spirito d’avventura. L’itinerario che conduce alla Grotta Sant’Angelo di Palombaro, lascia la strada statale e si inerpica per una stradina asfaltata tra le case sparse della contrada Cantagufo di Palombaro. Appena cinque minuti di cammino e s’incontrano le indicazioni che indicano un sentiero scalinato che sale a sinistra e porta a stupirsi davanti ai resti architettonici di una piccola chiesa incastonata in una grotta dalle alte volte, come una perla tra le valve dell’ostrica. È un luogo sacro antichissimo originariamente dedicato a Bona, dea della fertilità, passato in epoca cristiana al culto di San Michele Arcangelo. La seconda tappa è a Fara San Martino. Tra le alte pareti delle Gole di Santo Spirito si celano i resti sorprendenti del monastero di San Martino in Valle. Si arriva a piedi in un quarto d’ora, dopo aver varcato uno strettissimo passaggio nella roccia che i monaci chiudevano con un cancello. L’imponenza e la bellezza del monastero è affascinante nonostante i danni causati dalle alluvioni ricorrenti che da sempre precipitano dalle vette più alte. La terza tappa è a Lama dei Peligni dove ci si deve essere allenati per raggiungere a piedi l’altra Grotta Sant’Angelo, a ca. m 1260 di quota. Altrimenti la si può osservare bene col cannocchiale a disposizione nel Centro di visita del Parco della Majella, che è all’inizio del paese. Conserva solo i pochi resti di un muro, un piccolo altare e un'acquasantiera scavata nella roccia, ma il panorama è grandioso e si capisce perché fosse stato scelto dagli asceti. L’ultima tappa è più avanti, oltre Palena, all’eremo fortificato della Madonna dell’Altare, che s’affaccia a strapiombo sulla valle da uno sperone roccioso emergente dalla faggeta. È il luogo scelto come primo rifugio sulla Majella da Pietro Angeleri, che sarebbe diventato Papa Celestino V. In tempi successivi i suoi discepoli inglobarono le grotte in costruzioni via via più complesse che oggi hanno l’aspetto di una piccola rocca. Si può raggiungere in auto per una strada asfaltata che si stacca dalla ex statale o a piedi in poco più di un’ora, per un sentiero nel bosco che inizia dalle sorgenti dell’Aventino.
Approfondisci
Condividi su Facebook

SCOPRI I LUOGHI DOVE POTER MANGIARE O SOGGIORNARE PER QUESTO ITINERARIO

Fara San Martino

HOSTARIA DEL CAMERLENGO

Località Macchia del Fresco 6
Tel. 0872900450
info@camerlengo.it
www.camerlengo.it
Sempre aperto
Prezzi: 16/35 euro
All’interno dell’hotel Del Camerlengo, ma aperto anche agli ospiti non alloggiati. Propone una cucina classica ma soprattutto della tradizione abruzzese. Dal menu citiamo: rigatoni alla Camerlengo, chitarrine all’uovo con ragù di agnello, agnello al mosto cotto, coniglio farcito con patate al coppo; si conclude il pasto con la torta di Fara San Martino o con i “cellucci” ripieni.

Palena

ROSTICCERIA DI CINO PEPPINO

Piazza Municipio 4
Tel. 0872918202
Chiusura: mercoledì; periodo natalizio e a Pasqua
Prezzi: a partire da 3 euro (per un trancio di pizza)
Rosticceria, pizza al trancio, cibo da asporto nel centro di Palena.

Palena

CASA DELL’ORSO

Rione S. Antonio 2
Tel. 3201977193, 3335889738
marilenacasacchia@gmail.com
casadellorso.wixsite.com/palena
Chiusura: periodo in settembre
Prezzi: camera doppia 65/75 euro
Ricavato all'interno di un ex convento del XVI secolo, una suggestiva struttura che offre ospitalità in accoglienti camere dagli arredi semplici ma funzionali e un frequentato ristorante-pizzeria con proposte della tradizione regionale. All'interno dell'hotel si trova il Museo dell'Orso marsicano, curato e gestito dall'Ente Parco della Majella.

Fara San Martino

DEL CAMERLENGO

Località Macchia del Fresco 6
Tel. 0872900450
www.camerlengo.it
info@camerlengo.it
Chiusura: ferie variabili
Prezzi: camera doppia 84/130 euro
In bella posizione tra il verde del Parco Nazionale della Maiella, un ambiente moderno che dispone di stanze semplici e confortevoli, oltre che di roof garden e buone dotazioni per il tempo libero, tra cui piscina, palestra, pallavolo e basket. Il ristorante propone cucina abruzzese e classica ed è aperto anche a una clientela esterna.